Swappie rivela l’impatto ambientale degli smartphone: 80kg di emissioni di CO2 per la produzione di un dispositivo

Nel 2024, Swappie guida una rivoluzione green: tecnologia ricondizionata, smaltimento responsabile e vita circolare per un futuro più sostenibile

Milano, 24 gennaio 2024 – In un mondo in cui la tecnologia è in continua evoluzione, Swappie, azienda leader in Europa nell’acquisto, ricondizionamento e vendita di iPhone, sostiene i consumatori nell’adottare decisioni eco-consapevoli per un futuro più sostenibile. Dopo le festività natalizie, gli appassionati di tecnologia si trovano spesso di fronte al problema del “tech bloat“, un aumento dei dispositivi elettronici, in particolare degli smartphone, che può avere impatti negativi sull’ambiente. 

Nel 2024, Swappie affronta questa sfida con una guida completa, incoraggiando le persone ad adottare comportamenti più ecologici che vadano oltre i buoni propositi per il nuovo anno e sottolineando la necessità di fare scelte consapevoli nella gestione dei rifiuti elettronici, promuovendo un approccio basato sulla circolarità.

Adottare il concetto di circolarità: la visione di Swappie per la sostenibilità

La promozione di tecnologia ricondizionata e la riduzione dei rifiuti elettronici sono il fulcro della missione di Swappie. Un obiettivo rilevante e cruciale in quanto il processo di produzione di uno smartphone è responsabile di almeno l’80% della sua impronta di carbonio, con una stima di 80 kg di emissioni di CO2 per dispositivo. Con una produzione annuale mondiale che supera il miliardo di unità, queste emissioni diventano estremamente significative. Anche dopo la fase di produzione1, l’impatto ambientale persiste attraverso l’imballaggio e la spedizione che contribuiscono con altri 2 kg di CO2 per smartphone. Una volta nelle mani degli utenti, il consumo di energia e la ricarica incrementano ulteriormente l’impronta di carbonio totale. Attualmente purtroppo, meno del 15% degli smartphone viene riciclato e la maggior parte di essi finisce in discarica2.

I dispositivi ricondizionati non solo contribuiscono alla sostenibilità ambientale, ma offrono ai consumatori alternative di alta qualità ed economicamente vantaggiose. Il processo di ricondizionamento e vendita sono servizi fondamentali e Swappie ne sottolinea l’importanza: estendere il ciclo di vita di questi dispositivi elettronici permette di ridurre l’impatto ambientale: l’impronta di carbonio3 di uno smartphone ricondizionato da Swappie è inferiore del 78% rispetto a quella di uno smartphone nuovo4.

Smaltimento responsabile dei vecchi smartphone con Swappie

Un passo importante verso la sostenibilità è la gestione corretta dello smaltimento dei vecchi smartphone. Swappie incoraggia gli utenti a cedere i propri dispositivi, anche se danneggiati, offrendo un incentivo finanziario e contribuendo al contempo alla riduzione dei rifiuti elettronici. Attraverso il ricondizionamento e la rivendita di questi dispositivi, Swappie garantisce loro una seconda vita, riducendo la necessità di una nuova produzione e diminuendo l’impronta di carbonio complessiva.

Scegliere la cultura della riparazione: aprire la strada a pratiche tecnologiche sostenibili

L’80% delle componenti di uno smartphone è riciclabile, con il 98% di materiali recuperabili, tra cui oro, rame, cobalto e stagno. Inoltre, la maggior parte degli elementi delle terre rare5 presenti nei telefoni può essere riutilizzata. Nella prospettiva di un futuro sostenibile, l’adozione di una cultura basata sulla riparazione si rivela una scelta fondamentale per ridurre l’impatto ambientale dei dispositivi elettronici. Swappie incoraggia le persone a modificare la loro mentalità, passando da un approccio usa e getta nei confronti dell’elettronica a un approccio focalizzato sulla riparabilità. La riparazione di problemi minori, come il danneggiamento dello schermo o l’esaurimento della batteria, permette ai dispositivi di rimanere funzionanti per un periodo più lungo, riducendo al minimo la necessità di una nuova produzione.

La rivoluzione verde di Swappie

Nel corso del 2024, Swappie invita i consumatori a partecipare alla trasformazione verso un approccio sostenibile. Scegliendo tecnologie ricondizionate, smaltendo responsabilmente i vecchi dispositivi e adottando uno stile di vita circolare, le persone possono fare la differenza nella costruzione di un futuro sostenibile. Swappie si impegna a rendere accessibile una vita ecologica, dimostrando che ogni singola azione contribuisce a un impatto positivo più significativo sul pianeta.

Informazioni su Swappie

Swappie è il principale punto di riferimento online per l’acquisto e la vendita di smartphone ricondizionati. La sua missione è offrire alle persone un modo per aggiornare i propri telefoni che sia di alta qualità, conveniente e rispettoso dell’ambiente. Swappie opera attualmente in tutta Europa, tra cui Italia, Svezia e Germania. L’azienda è cresciuta fortemente nel 2022 con un fatturato di 208 milioni di euro e, dalla sua nascita nell’agosto 2016, Swappie è diventata una delle aziende più innovative e in rapida crescita in Europa, ampliando il proprio team a oltre 750 persone e raccogliendo ad oggi 171 milioni di dollari (149 milioni di euro) dagli investitori. 

Per saperne di più su Swappie, visitare: https://swappie.com/it/

Per maggiori informazioni

Stefania Niro – stefania.niro@mslgroup.com | + 39 345 118 3031

Martina Donida martina.donida@mslgroup.com | +39 348 616 6256

  1.  Carbon Footprint of iPhone by Type (Footprint of Charging vs Making Phone) ↩︎
  2.  Carbon Footprint of iPhone by Type (Footprint of Charging vs Making Phone) ↩︎
  3.  Carbon footprint of a Swappie refurbished smartphone is calculated using values from Apple’s environmental reports and emissions from an average Swappie’s refurbishment process including spare parts production and transportation. ↩︎
  4.  Carbon footprint of a Swappie refurbished smartphone is calculated using values from Apple’s environmental reports and emissions from an average Swappie’s refurbishment process including spare parts production and transportation. ↩︎